Al centro del "Centro"

Nel centro di Schio, dal 1901, un cuore batte per Dio e per i giovani. Al centro del Centro, per così dire, c’è l’Oratorio Salesiano.
Fu il primo successore di Don Bosco, il beato Michele Rua, a ratificarne l’organizzazione in oratorio festivo “San Luigi”. Sempre Don Rua che due anni dopo lo visitò ufficialmente, allorché venne fondata la società “Concordia”. Da oltre cento anni dunque l’Oratorio ha a cuore l’educazione dei giovani.
Li accoglie con simpatia e con trepidazione, sapendo che per entrare nel loro cuore è a Dio che si deve chiedere la chiave.
Dove abita l’allegria se non nel cuore?

Per questo “l’educazione è cosa di cuore” (Don Bosco).


Lo scopo di tutti all’Oratorio – salesiani, insegnanti, animatori e genitori – è la felicità di quanti lo frequentano.
Essa però non può essere realizzata nel disimpegno. Ecco perché ogni attività s’indirizza all’educazione del cuore e della mente dei giovani.
Don Bosco insegna che l’Oratorio è casa che accoglie, chiesa che fa conoscere la bontà di Dio, scuola che avvia alla vita, cortile per incontrarsi e vivere in allegria.
Non è difficile immaginare l’ordine di importanza.
Non è però detto che il percorso educativo segua tale ordine.
I Salesiani tuttavia sanno che, se la felicità è lo scopo dell’Oratorio, la vera felicità sta nell’essere in amicizia con il Signore.

Get in touch

Dove siamo

Contatti

Esplora

Like us